Category: Reumatologia

Mal-di-schiena-1-1200x630.jpg

Mal di schiena cronico: 14 motivi per cui potresti soffrirne

giugno 28, 2019by Digital FormedicaMedicina GeneraleOrtopediaReumatologiaRubrica Salute0

Alcuni esperti stimano che siano ben 15 Milioni gli italiani a soffrire di lombalgia o lombalgia cronica: andiamo a vedere perché il mal di schiena è così comune.

Età


Dai 30 anni in su è molto comune prendere peso, specialmente se impegni di lavoro e di vita portano a diminuire l’attività fisica ed aumentare la sedentarietà. Tutti questi elementi possono portare ad un indebolimento del tono muscolare, alla compressione dei dischi vertebrali, e quindi al mal di schiena.


Strappi, Distorsioni


Le distorsioni colpiscono i legamenti, mentre gli strappi colpiscono i muscoli. Cause di strappi e distorsioni possono essere: un elevato sforzo sportivo, movimenti errati, sollevamenti pesanti, cadute. Se il mal di schiena si irradia fino ai glutei, ma non fino alle gambe, è probabile che si tratti di strappo o distorsione.


Ernia del disco


Le nostre vertebre contengono dischi morbidi composti da una sostanza gelatinosa. A causa di usura, movimenti bruschi, sollevamento di pesi, questi dischi possono fuoriuscire causando un mal di schiena irradiato e persistente.


Artrite


L’osteoartrite è la forma più comune di artrite. Le artriti sono condizioni croniche che causano la perdita progressiva di cartilagine fra le ossa, causando attriti. Questa patologia causa dolore, rigidità, perdita della funzionalità. In questi casi è imperativo contattare uno specialista in Reumatologia.


Gravidanza


Di tutte le cause del mal di schiena, la gravidanza è probabilmente la più ovvia: l’appesantimento della zona bassa dell’addome tende a deformare la naturale postura della schiena. Per prevenire questi dolori bisogna ricordare di fare ginnastica dolce, dormire su un lato con un cuscino fra le gambe, evitare i tacchi alti.


Traumi


Sport, incidenti stradali, cadute possono danneggiare i tendini, i legamenti o i muscoli della schiena. In alcuni casi la compressione eccessiva della colonna vertebrale dovuta a colpi o traumi, può causare la rottura di un disco. Il trattamento va dalla terapia fisica ai farmaci, e in alcuni casi interventi chirurgici.


Endometriosi


L’endometriosi è una malattia femminile che causa un accumulo innaturale di cellule endometriali al di fuori dell’utero. Questi accumuli creano una pressione tale da causare forti mal di schiena, specialmente nella parte bassa, e specialmente durante la fase mestruale.

Fibromialgia


La fibromialgia è un’altra malattia di tipo reumatico che colpisce l’apparato muscolo-scheletrico. Tra i sintomi ha il dolore diffuso, anche alla schiena. I fattori scatenanti sono molteplici: carenze ormonali, infezioni, scarsa nutrizione


Postura, problemi ai piedi


L’errata postura causa asimmetrie nella schiena. Molte persone hanno una gamba più lunga dell’altra, oppure sono pronatori (piede piatto) o supinatori (piede inclinato verso l’esterno). Queste condizioni portano a dolori non solo alla schiena ma alle ginocchia, bacino, etc. In tali casi, un podologo potrebbe aiutare con solette correttive.


Speroni Ossei


Gli osteofiti, comunemente conosciuti col nome di speroni ossei, sono escrescenze ossee che possono formarsi con l’avanzare dell’età. Di solito non sono dolorosi, ma possono premere sul midollo spinale e sui nervi, quando la vertebra aumenta di volume. Quando si parla di “sciatica”, in effetti ci si riferisce a questa condizione che causa un irradiamento del dolore fino ai glutei e le gambe.


Tumore


Chiaramente i tumori non sono la causa n°1 di lombalgia cronica, ma se tutte le altre opzioni sono escluse, bisogna tenere conto anche di questa. I tumori possono causare forti mal di schiena, specialmente se interessano seno, polmoni, colon, retto e ovaio.


Peso eccessivo


Similmente alla gravidanza, l’appesantimento del ventre distorce la naturale curva della spina dorsale. Questa distorsione causa mal di schiena, specialmente nella zona bassa, subito sopra il bacino.


Fumo


Fra i tantissimi danni causati dal fumo, possiamo anche mettere in lista il mal di schiena. Il fumo riduce l’attività cardiovascolare, limitando il flusso di sangue ai dischi vertebrali, causando degenerazione e dolore. Oltretutto la tosse pesante provocata dal fumo può provocare traumi alla schiena.


Ansia, depressione, altri disturbi psicologici


Non sono strettamente cause del mal di schiena, ma come in molte patologie ansia e depressione rappresentano una comorbidità che può fare entrare in un circolo vizioso e peggiorare la situazione.

Per altri articoli come questo, visita la nostra sezione Blog.

GISEA-1200x630.jpg

Simposio Internazionale GISEA 2018: Una Retrospettiva

aprile 9, 2018by Digital FormedicaBig DataEventi & CongressiManagement Socio SanitarioReumatologia0

Alcune fra le voci più influenti nella Reumatologia Italiana discutono i momenti salienti del Simposio Gisea 2018


Come molti nostri clienti e collaboratori già sanno, Formedica è fortemente impegnata nel mondo della Reumatologia Italiana ed Internazionale. Abbiamo il piacere infatti di lavorare con alcuni fra i più influenti ricercatori Europei impegnati nelle diagnosi precoci di Artriti, Spondiloartriti ed altre Patologie connesse alla Reumatologia.

Sulla base di questi presupposti, Formedica funge da Segreteria Organizzativa di GISEA/OEG (Gruppo Italiano Studio Early Arthritis – Osservatorio Epidemiologico Gisea). Ogni anno, GISEA tiene un Simposio Internazionale di Reumatologia – quest’anno si è tenuto a Parma, i giorni 7-8-9 Marzo.

A distanza di un mese dal Simposio, vediamo quali sono i Take-Home Messages più importanti.



Per il prof. Giovanni Lapadula, Presidente di GISEA, il leitmotiv di questo Simposio, come sempre, è la Diagnosi Precoce. E riguardo proprio alla Diagnosi Precoce, il Professore evidenzia come siano più efficaci i dati della vita reale, i dati provenienti dai Registri GISEA, rispetto ad eventuali linee guida teoriche. La maggior parte dei pazienti, infatti, presenta una o più comorbidità: il compito del Reumatologo non è quello di curare pazienti in provetta, “puri” (che presentano solo ed esclusivamente la specifica patologia reumatica), ma di contribuire al generale benessere della persona, comorbidità incluse.

Il Prof. Roberto Caporali rincara la dose: “la (diagnosi della, NdR)Early Arthritis è tutto nella Reumatologia Moderna”, in quanto più è precoce la diagnosi, più possibilità ci sono, per la persona affetta da patologia, di condurre una vita normale. Il discorso vale anche per le complicanze, come amiloidosi, interstiziopatia polmonare, etc.

Il Prof. Gianfranco Ferraccioli (Presidente di OEG), da parte sua, evidenzia un dato molto positivo – ritiene infatti che, col passare degli anni, la qualità dei dati archiviati nei Registri sia sensibilmente migliorata, e con essa, anche la collaborazione e lo scambio fra i centri principali aderenti a GISEA. Tutto questo è provato dal fatto che GISEA ha concluso il primo grosso trial multicentrico randomizzato controllato della sua storia durante lo scorso anno. Questo trial è votato a determinare se e quali Biomarcatori sono utilizzabili in clinica – i dati finali dovrebbero essere disponibili a breve.

Il Prof. Iannone, invece, sottolinea l’importanza della multidisciplinarietà in campo Reumatologico. Specialmente quando si parla di Spondiloartriti, si presentano sintomi molto diversi fra loro e totalmente asincroni. Per il Prof. Iannone, un approccio olistico è quello che serve per anticipare le Diagnosi, migliorare la vita dei Pazienti, e ridurre il carico di spesa sul nostro Sistema Sanitario Nazionale.

no more posts

Chi Siamo

7.Logo_Home_Footer

Formedica S.r.l, Provider Ministeriale n°157, è un’azienda dedicata, sin dal 2002, alla creazione di progetti formativi per lo sviluppo delle persone e delle organizzazioni in ambito medico-sanitario, industriale e sociale. Attraverso gli strumenti scientifici, comunicazionali, manageriali e dell’analisi dei fabbisogni, persegue gli obiettivi di qualità e di efficacia nella formazione in ambito sanitario.