La comunicazione come primario strumento di relazione e cura

Il Corso si terrà a Lecce, Università del Salento, Dipartimento di Storia, Società e Studi sull'Uomo Edificio 5 - Studium 2000 Via di Valesio -73100 – il giorno 11 Gennaio 2019.

http://www.formedica.it/wp/wp-content/uploads/2018/12/CNOAS_Comm_Article_LO.jpg

Project: La comunicazione come primario strumento di relazione e cura

Title:

Description:

La comunicazione come primario strumento di relazione e cura

Il Corso si terrà a Lecce, Università del Salento, Dipartimento di Storia, Società e Studi sull'Uomo Edificio 5 - Studium 2000 Via di Valesio -73100 – il giorno 11 Gennaio 2019.

CNOAS_Comm_Article_LO-1200x291.jpg

Descrizione del Corso

Il Corso è stato accreditato presso il CNOAS per n°50 Assistenti Sociali. Il Corso ha ottenuto n°6 crediti formativi.

L’assegnazione dei crediti è subordinata alla partecipazione effettiva dell’intero programma formativo. Il rilevamento elettronico delle presenze verrà effettuato con tramite lettura elettronica della tessera sanitaria e software proprietario CNOAS.

Ai fini dell’acquisizione dei crediti formativi, è necessario compilare la scheda di registrazione in tutte le sue parti inserendo chiaramente nome, cognome, codice fiscale, e-mail, indirizzo e disciplina. Al termine dei lavori è previsto, un attestato di partecipazione.

Il Corso si terrà presso L’Università del Salento, Dipartimento di Storia, Società e Studi sull’Uomo Edificio 5 – Studium 2000 Via di Valesio -73100 – il giorno 11 Gennaio 2019.

Razionale

A parità di competenze, spesso, ciò che fa la differenza è la capacità di comunicare con efficacia in tutte le situazioni in cui ci si relaziona agli altri.  Comunicare efficacemente consente di costruire relazioni di valore, di favorire la collaborazione con gli altri e raggiungere più agevolmente gli obiettivi professionali e personali. Acquisire tecniche di comunicazione avanzate è utile per coinvolgere, per ottenere il consenso e per avere  la giusta attenzione di chi ascolta. In medicina e e nelle scienze sociali, queste considerazioni assumono un significato molto più importante, perché è proprio dalla comunicazione che partono i diversi processi che portano all’instaurarsi di una relazione di fiducia, al consenso, all’aderenza terapeutica e quindi ad un rapporto di valore tra operatori sanitari, sociali e le persone che si affidano a loro. Questo rapporto è basato sul concetto di alleanza. Alla base di questo processo c’è la predisposizione al cambiamento, l’orientamento a condividere nuovi paradigmi di relazione basati sui principi di una comunicazione efficace come primario strumento di relazione e di cura.


Obiettivi Formativi

  • Apprendere gli elementi di base per avviare il “Cambiamento”
  • Prendere coscienza delle proprie potenzialità comunicative, verbali e non verbali.Identificare le diverse chiavi di interpretazione dei propri interlocutori per riuscire ad interagire in modo efficace.
  • Apprendere strutture funzionali alla costruzione dell’alleanza terapeutica con l’utente.
  • Prevenire e superare conflitti ed incomprensioni attraverso  le tecniche di mediazione
  • Gestire  con successo la persona in momenti di disagio  e i loro familiari.
  • Comunicare  fiducia e competenza nella relazione.
  • Costruire un clima armonico con colleghi e collaboratori.
  • Saper individuare i processi motivazionali di ogni singolo utente ed utilizzarli nella relazione anche ai fini dell’aderenza.
  • Rafforzare la coesione del proprio team di lavoro (del Team Building e del Team Work).
  • Ritrovare lo slancio e la motivazione nell’attività professionale

Programma

Programma
Ore 09,00 – 15,00

La comunicazione verbale e non verbale: tecniche per una comunicazione efficace

  • I principi della Comunicazione
  • La caduta della Comunicazione
  • Concetto di RAPPORT e tecnica di RAPPORT.
  • Forme verbali per rafforzare il RAPPORT.
  • CALIBRAZIONE: la capacità di leggere il linguaggio non verbale ad integrazione dei dati forniti dall’utente.
  • Indicazioni per esercitare la CALIBRAZIONE.
  • La CONGRUENZA nella comunicazione.
  • Come riconoscere la COMUNICAZIONE CONGRUENTE.

La percezione della realtà esterna : “la realtà come è e come ci appare”.

  • Concetto di Mappa e Territorio.
  • Gli organi sensoriali o sistemi rappresentazionali.
  • I 5 sensi e il loro potere di influire sulla fisiologia.
  • Il significato dei movimenti oculari spontanei.

Il linguaggio per capirsi e il pensiero costruttivo

  • Il linguaggio verbale: le regole del Metamodello Linguistico per favorire una comunicazione chiara ed efficace.
  • Come funziona il nostro cervello? :  le Generalizzazioni, le Distorsioni, le Cancellazioni
  • L’approccio positivo:
    • Corretta formulazione degli obiettivi: offrire all’utente  una prospettiva positiva che aumenti la sua capacità di affrontare e gestire al meglio l’iter terapeutico relativo alla propria patologia
    • Il Reframing  per imparare a reagire in positivo alle situazioni e guidare in modo vantaggioso la percezione dell’interlocutore.
    • Le posizioni percettive: imparare a vedere la realtà da più punti di vista per trovare le risorse utili al superamento di un ostacolo. L’autoprotezione nelle situazioni stressanti. Principi di Gestalt
    • Metaprogramma: elementi per la motivazione e le strategie di decisione.
  • Il Sistema VAK
  • Principi di Analisi Transazionale: gli stati dell’IO

Esercitazioni Pratiche

Chi Siamo

7.Logo_Home_Footer

Formedica S.r.l, Provider Ministeriale n°157, è un’azienda dedicata, sin dal 2002, alla creazione di progetti formativi per lo sviluppo delle persone e delle organizzazioni in ambito medico-sanitario, industriale e sociale. Attraverso gli strumenti scientifici, comunicazionali, manageriali e dell’analisi dei fabbisogni, persegue gli obiettivi di qualità e di efficacia nella formazione in ambito sanitario.